rosato de gaeta

“I fratelli Salvatore e Bruno Gaeta da sempre sono appassionati alla viticoltura. Alla fine del primo decennio hanno acquisito cinque ettari vitati posizionati a quasi 500 metri di altezza nel vocato comune irpino di Castelvetere sul Calore e nello stesso tempo hanno fatto la diretta conoscenza con l’enologo Vincenzo Mercurio, a cui hanno affidato le chiavi della loro proprietà, per condividere e portare avanti il loro ambizioso progetto.(…) Campania Rosato Igt 2018, confezionato con Aglianico in purezza. (…) Colore rosato cerasuolo carico nel bicchiere. L’articolata ampiezza olfattiva è interessata da suggestivi profumi di tanta buona frutta, a cominciare da quella piccola del sottobosco e seguita poi da generose credenziali di susina e di amarena. (…) L’approccio palatale risulta essere elegante, equilibrato, misurato, voluttuoso, morbido, succoso e fruttato (…) Vino che nel complesso sa perfettamente fondere precisione tecnica e fascino emozionale.” (Enrico Malgi)

Per l’articolo completo cliccare sul link riportato alla voce fonte.       

“Salvatore and Bruno Gaeta are two brothers always passionate with wine-growing. Firstly, they bought 5 hectares on about 500 meters above the sea level at Castelevetere sul Calore (Irpinia, Campania) and, at the same time they met the winemaker Vincenzo Mercurio, to whom they relay on, to share and carry on their ambitious project. (…) Campania Rosato Igt 2018, is a Aglianico 100%. (…) A deep pink cherry. The olfactory complexity is characterized by good fruits, such as the undergrowth ones follone by plum and black cherry. (…) On the palate, fine, well balanced, soft, juicy and fruity (…) A wine that perfectly joins together technical precision and emotional appeal.” (Enrico Malgi)

For the entire article click on the link below, please.

Fonte: www.lucianopignataro.it

Categories: News

Comments are closed.