“Vitigno Italia, esposizione del Centrosud che si svolge a Napoli, con 250 cantine e 2mila etichette. La presenza di 11 operatori di Pechino è la novità della 14esima edizione. La dinamica dei mercati offre il nuovo profilo: «La Cina è una buona notizia. Il consumo è in lieve ripresa in Europa, un mercato che si   Read More …

“Lautoni è una frazione di Formicola, nel verde più severo della provincia di Caserta. Solo 138 abitanti, uno di questi è Cesare Avenia. Presidente di una multinazionale (…) Ha fondato con amici la cantina “Il Verro”, che quasi scompare nella nuova etichetta, è il maschio del cinghiale, ce ne sono tanti nel bosco. Il vino   Read More …

“In Usa vengono definiti weekenders, sono coloro che si impegnano in una attività collaterale nei ritagli di tempo libero. Ci sono i pro e i contro di questa posizione nel vino, però quando l’hobby entra nella giusta dimensione può regalare molte soddisfazioni ai consumatori oltre che ai produttori. Come questa piccola azienda di Paternopoli, il   Read More …

“Lavarubra Lacryma Christi Vesuvio Rosso Doc 2016 dell’Azienda Agricola Bosco de’ Medici di Pompei, appartenente alle famiglie Monaco e Palomba, seguita dall’enologo Vincenzo Mercurio. Piedirosso all’85% e saldo di aglianico. Acciaio, legno e vetro per la maturazione del vino. (…) Colore rosso purpureo nel bicchiere. Al naso  netti, fragranti ed eleganti profumi che ricordano in primis la fragola e poi   Read More …

“L’ antico vitigno Greco di Tufo è la passione della viticoltrice irpina Marilena Aufiero. L’azienda Bambinuto nasce nel 2006 (…) Il suo interesse nel mondo del vino cresce a poco a poco. Quando la gestione dell’azienda passa nelle sue mani (aiutata anche dai due fratelli Antonio e Michela) cambia subito la filosofia produttiva: sole uve   Read More …

“Il Bombino Bianco 2017 Castel del Monte DOC di Masseria Faraona tra i 10 migliori assaggi al Prowein 2018, secondo il Gambero Rosso: “Un vino centrato: Siamo nella Murgia Barese, le vigne raggiungono anche i 500 metri di quota. Profilo mentolato, puro e fragrante, acidità spiccata e integrata in corpo slanciato, manca ancora una completezza   Read More …

“Colore rosso ciliegioso, con lampi violacei ai bordi. Al naso delicati profumi eterogenei di amarena, di viola, di geranio e di macchia mediterranea. In bocca entra un sorso scorrevole, immediato, gentile e sottile. (…) Un vino “bevibile”, non pretenzioso, discreto, quasi schivo, perché non vuole apparire più di tanto, ma comunque connotato sempre da una   Read More …

“In Italia lo chardonnay si coltiva con buoni risultati un po’ dappertutto, come per esempio in Puglia dove anche la Masseria Faraona di Corato ne produce una buona quantità di bottiglie. Ecco lo Chardonnay Castel del Monte Doc 2016, il cui enologo aziendale Vincenzo Mercurio ne cura la lavorazione. Il colore che si scorge nel bicchiere è un paglierino limpido   Read More …

“Il fascino del piccolo e del poco, ma sicuramente segnato da ottima fattura. Solo un vitigno coltivato e di conseguenza un unico vino prodotto, identitario del vocato territorio irpino: Greco di Tufo. Proprio così, perché la giovane azienda Tenuta Russo Bruno, nella frazione San Paolo di Tufo, sui cinque ettari vitati si è dedicata all’allevamento soltanto del greco, con   Read More …

Il Verginiano Pallagrello Bianco 2015 Terre del Volturno IGP dell’azienda Il Verro dalla penna di Enrico Malgi: “La Società Agricola Il Verro, cara a Cesare Avenia, Stefano Mingione e Cesare Nacca, coltiva soltanto quattro ettari vitati e produce appena ventimila bottiglie l’anno, sotto la direzione dell’enologo stabiese Vincenzo Mercurio. Naturalmente un posto di riguardo spetta proprio al Pallagrello insieme   Read More …

“Spaccapietre Castel del Monte Rosso Doc 2016 della Masseria Faraona:  un’etichetta soft e gentile, curata dall’enologo Vincenzo Mercurio. Blend di nero di troia all’80% e saldo di cabernet sauvignon. Varietà allevate nel Parco Nazionale dell’Alta Murgia su terreno ricco di scheletro e di sali minerali a 450 metri di altezza. (…) L’impatto del sorso sulla lingua   Read More …

Pietramara Fiano di Avellino Docg 2016 dell’Azienda Vitivinicola I Favati di Cesinali, che la Guida Vini d’Italia 2018 del Gambero Rosso ha proclamato “Miglior Vino Bianco d’Italia”. Sedici gli ettari vitati in quel di Cesinali in Irpinia, appartenenti ai fratelli Piersabino e Giancarlo Favati, con la moglie Rosanna Petrozziello. In tutto questo ci mette lo zampino l’esperto enologo stabiese Vincenzo Mercurio, che   Read More …

“Un’azienda vitivinicola irpina come quella di Cantine Di Marzo, nata ufficialmente nel 1647 per merito del capostipite Scipione inventore del Greco di Tufo, è un esempio lampante di come la viticoltura campana affondi le sue radici nell’antichità. Dal 2009 l’azienda è passata sotto il controllo della famiglia Di Somma, discendenti diretti dei Di Marzo. Ferrante e Maria Giovanna hanno così intrapreso un ambizioso progetto di sviluppo aziendale,   Read More …

“Un solo vino per scelta, Maura Sarno ha voluto così sin dall’inizio, concentrare tutta l’attenzione su una sola vigna di tre ettari per ottenere la migliore espressione del territorio e del vitigno. Siamo a Candida in provincia di Avellino, a 600 metri s.l.m. qui il suolo è un misto di argilla e calcare, le escursioni   Read More …

“Ancora una cantina che vale la pena conoscere, siamo a Cesinali in provincia di Avellino, Giancarlo Favati e Rosanna Petrozziello con il cognato Piersabino conducono l’azienda con il conforto enologico di Vincenzo Mercurio (…) il Greco di Tufo Terrantica 2016  è un signor Greco di Tufo, ha colore paglierino vivo e una tavolozza di profumi   Read More …

“La Calabria sta facendo passi da gigante nel settore vitivinicolo (…) sono sempre più numerose le nuove realtà che lavorano in maniera eccellente e coinvolgono numerose province. (…) Anche a Vibo Valenzia non stanno a guardare, ne è la prova ad esempio l’azienda biologica dell’agronomo Giovanni Celeste Benvenuto, abruzzese trapiantato a Francavilla Angitola dove suo nonno   Read More …

Coda di Volpe 2010 di Fattoria La Rivolta, la cui unicità è raccontata da Luciano Pignataro su Il Mattino: “Questa magnum 2010 riserva ha superato se stessa e si piazza senza ombra di dubbio tra i migliori vini bianchi (…) stavolta la freschezza, il delicato uso del legno, il tono fresco, minerale e amaro della   Read More …

Il Greco di Tufo Docg e Greco di Tufo cru Colle Serrone di Cantine di Marzo su Lavinium descritti da Roberto Giuliani: “Il primo è un esempio sontuoso di un vino che non teme il tempo, meriterebbe una bella riserva di bottiglie da mettere in cantina per aprirne una all’anno. E pensare che non è   Read More …

“Pietramara Etichetta Bianca 2013 dei I Favati, un bianco che esce naturalmente un po’ in ritardo, non quanto dovrebbe intendiamoci, rispetto a quelli di annata e che con il tempo allunga il passo in una maniera impressionante. La prova è proprio in questo 2013, passati cinque anni ormai, fresco, sapido, con una chiusura amara perfetta,   Read More …

“Anche la Tenuta Sant’Agostino di Solopaca, dei fratelli Raffaella, Carlo, Gennaro e Mimmo Ceparano, ha intrapreso il recupero dell’anfora: in cantina stanno sperimentando due tipi di anfore, una in gres porcellanato e l’altra in terracotta rivestita con cera d’api, merito anche della collaborazione dell’enologo Vincenzo Mercurio, che ha già acquisito una certa esperienza con questi   Read More …