Andrea Petrini ci accompagna in un suggestivo viaggio alla scoperta dell’isola di Ponza, la quale si rivela essere molto interessante anche dal punto di vista vitivinicolo. Le Antiche Cantine Migliaccio rappresentano un progetto di valorizzazione del territorio grazie alla loro produzione di vini direttamente sull’isola dove è possibile incontrare Emanuele Vittorio e sua moglie Luciana Sabino. “Non so chi di voi è andato a trovare Emanuele Vittorio Migliaccio ma, credetemi, arrivare a Punta Fieno non è un gioco da ragazzi e ti fa comprendere come anche a Ponza si debba parlare di viticoltura eroica. Infatti per raggiungere i vigneti (circa 3 ettari) si deve fare un percorso di circa un’ora a piedi su una mulattiera che parte da Via Pizzicato oppure si può andare via mare lanciandosi al volo dalla barca (visto che non esiste un vero approdo turistico) e salendo successivamente attraverso sentieri sterrati composti da muretti a secco, chiamati localmente parracine (…) In questo luogo impervio e difficile, sospeso tra cielo e mare, grazie alla preziosa consulenza enologica di Vincenzo Mercurio, Emanuele Vittorio, ha prodotto fino ad oggi quattro tipologie di vino ovvero l’IGT  Lazio Fieno di Ponza Bianco (biancolella e forastera), l’IGT Lazio Biancollella (100%Biancolella), l’IGT Lazio Fieno di Ponza Rosato (piedirosso, guarnaccia) e l’IGT Lazio Fieno di Ponza Rosso (piedirosso, aglianico, guarnaccia rossa, nero d’avola)” – Andrea Petrini

Per l’articolo completo cliccare sul link riportato alla voce fonte.

Andrea Petrini takes us on an evocative journey to discover Ponza island, which is very attractive also for the wine production. Antiche Cantine Migliaccio winery represents a great project of enhancement of the territory thanks to their wines made directly on this island, where you can meet Emanuele Vittorio and his wife Luciana Sabino (the owners of Antiche Cantine Migliaccio). “I don’t know who has visited Emanuele Vittorio anyway to reach Punta Fieno is not so easy, suddenly you realize how it is right to talk about heroic wine-growing. In fact, reaching the vineyards (about 3 hectares) you have to walk for an hour by foot on a mule track starting from via Pizzicato or you can choose to go by sea jumping out the boat on the fly (since there is not a real harbour there); finally you have to come up through dirt tracks made up of dry walls called ‘parracine’ (…) In this tough and difficult place, suspended between sky and sea, thanks to the precious winemaking consultancy of the oenologist Vincenzo Mercurio, Emanuele Vittorio produce till today four different kind of labels such as IGT  Lazio Fieno di Ponza Bianco (biancolella and forastera grapes), IGT Lazio Bioncolella (100% biancolella), IGT Lazio Fieno di Ponza rosato (a blend of piedirosso, guarnaccia) and IGT Lazio Fieno di Ponza Rosso (a blend of piedirosso, aglianico, guarnaccia rossa, nero d’avola).” – Andrea Petrini

For the entire article click on the link below, please

Fonte: percorsidivino.blogspot.com

Categories: News

Comments are closed.