Indole Falanghina Igt Campania dell’azienda Florami in una degustazione sui vini provenienti da vigne centenarie a piede franco, le cosiddette Vigne Monumento, che hanno resistito all’attacco della fillossera. “Falanghina da un vigneto a piede franco  in località Tirone della Guardia, nel Parco nazionale del Vesuvio. E’ qui che la tanto vituperata Falanghina (che è invece un vitigno di grandi potenzialità) dimostra la sua vera Indole, come dice il nome dato al vino. Dal vigneto a piede franco esce fuori la natura minerale del terreno vulcanico fra note di ginestra, polvere da sparo, limone e menta. Poi, tanta sapidità e acidità che si schiudono in un sorso “accattivante”. (Umberto Gambino)

Per l’articolo completo cliccare sul link riportato alla voce fonte.

Indole Falanghina Igt Campania of Florami winery for a tasting on wines from ungrafted centuries-old vines, the so-called Monument Vines, which resisted to the phylloxera attack. “This Falanghina is from an ungrafted vineyard at Tirone della Guardia area, settled in the Vesuvius National Park. Just here the so much reviled falanghina variety (that is instead a vine with great potential) shows its true Character, standing for ‘Indole’ in Italian, as the wine name defines. From the ungrafted vine it comes out the minerality of the volcanic soil with hints of broom, gunpowder, citrus and mint. Moreover, a lot of flavor and acidity hatching in a captivating sip.” (Umberto Gambino)

For the entire article click on the link below, please

Fonte: www.wining.it

Categories: News

Comments are closed.